diritti umani

Teoria e prassi delle libertà fondamentali
C’è un lusso che non possiamo per metterci: pensare che quello sui diritti umani sia un discorso teorico, come un programma lastricato di buone intenzioni ma in fondo irrealizzabile. Se così fosse, essi sarebbero non solo inutili, ma probabilmente anche dannosi.
Il Dipartimento di Scienze Sociali ed economiche - Dottorato in Sociologia e Scienze Sociali Applicate - promuove, per il 15 maggio p.v., la presentazione del volume, esito di una ricerca dell'Istituto su "Umani Diritti. Teoria e prassi delle libertà fondamentali". La pubblicazione a cura di Simonetta Bisi sarà presentata dal Prof.
Il Seminario, organizzato congiuntamente dall'Istituto di Studi Politici San Pio V e dal Dottorato in Diritto pubblico, comparato ed internazionale - Curriculum in Ordine internazionale e diritti umani della Sapienza Università di Roma, illustrerà anche i risultati della ricerca interdisciplinare sulla tutela dei diritti umani dei detenuti.
DIRITTI UMANI: DIRITTI E DOVERI DI SOLIDARIETA’ AMBIENTALE
La questione ecologica rappresenta una delle grandi questioni dell’epoca contemporanea, se non la più importante nella misura in cui denuncia uno stato di profondo e grave malessere concernente l’esistenza della persona umana.
C'è un lusso che non possiamo permetterci: pensare ai diritti umani solo in maniera teorica, come a un'agenda pubblica lastricata di buone intenzioni, ma in fondo irrealizzabile. Se così fosse, i diritti umani sarebbero inutili, se non addirittura dannosi. Il presente lavoro, invece, si basa sugli "Umani diritti", cioè sulla pratica delle libertà fondamentali, intendendo in tal senso anche le disuguaglianze economiche, la repressione degli spazi di libertà femminile, il diritto alla salute, il ruolo delle Organizzazioni non governative e l'odierno dibattito su una democrazia non solo formale e non solo elettorale.
Un'analisi sui diritti umani secondo un approccio olistico, che contenga e faccia dialogare il dibattito sulle disuguaglianze economiche, il ruolo delle Organizzazioni non governative, gli sviluppi teorici sulla democrazia deliberativa, le tematiche di genere e la salute globale. La ricerca si inserisce in un percorso di coerenza con altri lavori curati da Simonetta Bisi (insieme a Eva Pfoestl) sulle Seconde Generazioni e sui Richiedenti asilo in Italia.

Questo numero della «Rivista di Studi Politici» è dedicato alla libertà religiosa e vale come condanna della pervicacia di chi, in varie forme, alimenta lo scontro tra culture, tra civiltà e tra fedi. Lo dobbiamo ai tanti martiri dei nostri tempi e a coloro che dedicarono vita professionale e sentimenti alla causa dell’incontro e del dialogo tra diversità. Maria Rita Saulle è stata una di queste personalità, tanto che – sin dalla sua scomparsa – a lei è dedicato il Premio Nazionale sui Diritti Umani dell’Istituto di Studi Politici “S. Pio V”, indirizzato nel 2014 espressamente al diritto di professare la propria religione. In particolare, nel Focus della Rivista Francesco Alicino ha approfondito la tematica della libertà religiosa nella dialettica tra l’individualità della coscienza e l’universalità della convivenza, mentre Giuseppe Tesauro ha tracciato le linee fondamentali della tutela del diritto a professare la propria fede nella Costituzione italiana.

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail