chiesa

“Il diritto cosmopolitico deve essere limitato alle condizioni di una universale ospitalità: qui non si tratta di filantropia ma di diritto; e quindi ospitalità significa il diritto di uno straniero che arriva su un territorio di un altro stato di non essere da questo trattato ostilmente. Può essere allontanato, se ciò può farsi senza suo danno, ma, fino a che dal canto suo si comporta pacificamente, non si deve agire ostilmente contro di lui” I. Kant, La pace perpetua, 1795

Negli ultimi tempi ogni elezione nazionale in un paese dell’UE viene letta come un plebiscito pro o contro il progetto europeista. La suddetta chiave di interpretazione è addirittura rafforzata quando la competizione elettorale si svolge all’interno di uno dei “PIIGS”, cioè degli Stati maggiormente in difficoltà nel rispettare i parametri europei. Il terzo numero della Rivista di Studi Politici, di conseguenza, non poteva esimersi dal commentare lo scenario politico della Spagna e del Portogallo, andati al voto nell’autunno-inverno 2015, in entrambi i casi dopo un periodo di forte mobilitazione sociale.

Il terzo numero della Rivista di Studi Politici ruota su due perni importanti: la straordinaria lezione di papa Francesco sulla questione ambientale e gli attuali sviluppi della dimensione europea, temi trattati esaustivamente nei contributi di Giuseppe Acocella, Francesco Miano e Fulvio Tessitore. Tra gli altri, il volume è impreziosito dal saggio del Presidente dell’Istituto “S. Pio V” Antonio Iodice L’Europa tra politica e società: i passi compiuti e quelli ancora da compiere.

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail