La scienza da una parte, la morale dall’altra. La più facile delle schematizzazioni, la più scontata delle contrapposizioni. Così comoda da non convincere, non a priori per lo meno. Una conventio ad escludendum reciproca, arrugginita da un certo immobilismo, che oggi...
Magnifico Rettore, con queste poche righe desideriamo portarLa a conoscenza del fatto che condividiamo appieno la lettera di critica che il collega Marcello Cini Le ha indirizzato sulla stampa a proposito della sconcertante iniziativa che prevedeva l’intervento di papa Benedetto XVI all...
Signor Rettore,apprendo da una nota del primo novembre dell’agenzia distampa Apcom che “è cambiato il programma dell’inaugurazione del 705° Anno Accademico dell’Università di Roma ‘La Sapienza’, che in un primo momento prevedeva la presenza...
Magnifico Rettore, Autoritàpolitiche e civili, Illustri docenti e personale tecnico amministrativo, Cari giovani studenti! È per me motivo di profonda gioia incontrare la comunità della “Sapienza - Università di Roma” in occasione dell’inaugurazione...
Chi ha paura del confronto? Sembrerebbe davvero anacronistica questa spaccatura tra primato dello spirito e lumi della ragione, scienza e religione, laicismo e cristianità. Eppure, nel Terzo millennio, al tempo del multi-culturalismo, dell’incontro di civiltà, dell’...
L’insurrezione dei monaci e della società civile tibetana rischia di rovinare la festa dei giochi olimpici cinesi: la Repubblica Popolare Cinese, nuovo attore responsabile nella governance mondiale, membro permanente del Consigli di Sicurezza ONU, della WTO, principale partner commerciale dell’Unione Europea e degli Stati Uniti, risponde con feroce repressione.
Le origini dell’attuale questione tibetana risalgono all’esilio del Dalai Lama in India dopo la fallita ribellione contro l’autorità cinese a Lhasa nel 1959. Formalmente, la Regione Autonoma del Tibet nacque nel settembre del 1965. Tuttavia, durante il periodo della...
All’ombra della grande muraglia il gigante sornione dagli occhi a mandorla sembra essersi svegliato. Temprato da decenni di ideologia comunista dura e pura, chiusura nazionalistica delle frontiere e tanta gavetta come manodopera a basso costo per il ricco Occidente, con tutto l’...
I recenti scontri avvenuti in Tibet, hanno nuovamente riportato l’attenzione della comunità internazionale sui limiti, in termini di rispetto delle libertà e dei diritti civili e delle minoranze, che ancora presenta la Repubblica popolare cinese. Era dai tempi delle proteste...
Si è risvegliato un gigante, che ha scoperto di non avere i piedi di argilla. La Cina, tra passato e presente, tradizione e modernità: da un lato le megalopoli in pieno boom sociale, demografico, economico, dei costumi, come Shanghai e la capitale Pechino, dall’altro le...
Tra Olimpiadi vetrina e realpolitik, è su questa lettura un po’ anticonformista che si sta dipanando il calvario tibetano schiacciato dallo strapotere del colosso cinese. Il drago rampante corre, anzi brucia con il suo Pil a due cifre le pachidermiche economie occidentali, zavorrate...

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail