Sullo scaffale

Sullo scaffale
“L’azione priva di pensiero è assai peggiore di un’interpretazione teorica priva di conseguenze pratiche” (R. Dahrendorf)

“Noi siamo come nani che stanno sulle spalle dei giganti perché possiamo vedere di più e più lontano degli antichi”. Attraverso questa metafora, ripresa da un aforisma del filosofo Giovanni di Salisbury, in un famoso libro di qualche anno fa il sociologo Robert Merton (1991) spiegava il progresso della scienza come una marcia verso un orizzonte. Con questa consapevolezza ci accostiamo allo studio di un classico, tenendo presente che “un classico non è tale perché si è salvato, ma ciò che occorre indagare è la spiegazione della sua unicità e specificità” (Calvino 1995). Seguendo il suggerimento di Calvino intraprendiamo un viaggio nella scienza politica di David Easton, senza nessuna pretesa di esaustività. Sarà sufficiente soffermare l’attenzione su alcuni concetti e “processi” fondamentali.

Presente nella rivista N: 
2/2008 - Anno XX - Aprile/Giugno
Autore: 
Chiara Facello

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail