Qualche considerazione sull’etica fiscale

Qualche considerazione sull’etica fiscale

Nel marzo del 2010 nell’Assemblea federale, cioè il Parlamento della Svizzera – uno dei paesi i cui indici di legalità in generale e di eticità fiscale sono notoriamente fra i più alti al mondo – è stato depositato un testo che denunciava il “grave peggioramento dell’etica fiscale dall’inizio degli anni Novanta” e chiedeva al Consiglio federale di esprimersi sulle cause del fenomeno. Devo aggiungere che la discussione sul testo, arrivato in Assemblea a metà del giugno di quest’anno, è stata rinviata, ma questo a noi interessa relativamente. Cito questa iniziativa perché il testo presentato in Parlamento costituisce una esemplare sintesi delle questioni che si presentano oggi a chi voglia esaminare i profili etici del tema della legalità in materia fiscale. Esso, infatti, dopo aver posto il fondamento dell’obbligo fiscale (una “questione d’onore” viene definita) nell’appartenenza alla comunità statale, indica i punti sensibili della possibile caduta di etica fiscale.

Presente nella rivista N: 
3/2011 - Anno XXIII - Luglio/Settembre
Autore: 
Giuseppe Acocella

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail