Libri consigliati

Libri consigliati

In tempi come i nostri – nei quali l’amministrazione della “giustizia” sembra accentuare quegli aspetti che la mostrano solo come un capitolo della “disfida” tra poteri dello Stato – questo volume si presenta come un libro coraggioso e preoccupato, nel quale sin dal primo capitolo si denuncia la crescita di un “esasperato concetto dell’indipendenza dell’autonomia della magistratura” (p. 8), che tradisce la vera autonomia e indipendenza cui la funzione giurisdizionale è chiamata, a presidio del buon funzionamento delle regole vigenti nella comunità e nella res publica. L’autore – già magistrato, ordinario di Procedura civile nelle Università, vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura – affronta i più delicati nodi dell’esperienza giuridica, ricostruendone rapidamente ed efficacemente la storia sotto il profilo della funzione giudiziale. Verde ricorda come il Diritto romano si formi innanzitutto apud iudicem, eminentemente come diritto pretorile, e come nella tradizione continentale, direttamente tributaria della dogmatica e della pandettistica nel cui seno ha prosperato il razionalismo giuridico (che favorisce il transito dal jus al directum) sia andato sviluppandosi il procedimento sillogistico-deduttivo del Civil Law.

Presente nella rivista N: 
3/2015 - Anno XXVII - Luglio/Settembre
Autore: 
Giuseppe Acocella

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail