Le sfide alla sicurezza

Le sfide alla sicurezza

Il rispetto dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, della democrazia e dello Stato di diritto, il mantenimento di un equilibrio socio-economico e ambientale restano al centro del concetto globale di sicurezza. Il perdurare della minaccia del terrorismo internazionale, della proliferazione delle armi di distruzione di massa, delle crisi regionali determinate da fattori di carattere etnico, sociale e religioso, impone all’Unione Europea di dare una risposta adeguata al mantenimento della stabilità, della sicurezza e della pace. In poche parole, di agire con maggiore determinazione e rendere veramente efficace la politica comune di sicurezza e difesa (Pesd). Come dimostrano la questione israelo-palestinese, le perduranti tensioni alimentate dal programma atomico dell’Iran, la Primavera Araba e le minacce emergenti dai conflitti tra Stati e all’interno degli Stati, tali contrapposizioni possono rappresentare un rischio per le aree confinanti e creare instabilità. Dietro le cause dirette dei conflitti violenti si celano la non osservanza del diritto internazionale e una serie di fattori di natura politico-militare, economici, ambientali e umani che l’Ue è chiamata ad affrontare e risolvere.

Presente nella rivista N: 
2/2012 - Anno XXIV - Aprile/Giugno
Autore: 
Teresa Caterino

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail