L’evoluzione del jihadismo online

L’evoluzione del jihadismo online
L’evoluzione tecnologica non solo ha determinato un profondo mutamento delle relazioni umane e della comunicazione in generale, ma ha fornito nuovi strumenti agli attori del terrorismo, determinando tra l’altro l’emersione di entità e minacce innovative rispetto al passato. Osservare le potenzialità di Internet e delle nuove tecnologie è indispensabile per la comprensione del fenomeno terroristico, specie considerando la specificità del suo mutamento dal mondo analogico a quello digitale, in cui l’asimmetria terroristica nutrita dalle nuove potenzialità dell’informazione digitale risulta fortemente accresciuta. Alla luce di queste considerazioni, l’intento del contributo sarà quello di illustrare, senza alcuna pretesa di esaustività, l’evoluzione del jihadismo attraverso il Web.
L’Islam è per eccellenza la religione fondata sulla scrittura, sui testi sacri, sulla parola, ogni rappresentazione della creazione divina è solitamente vietata. Secondo il mito religioso, infatti, nell’atto di entrare nella città di Mecca, il Profeta Maometto distrusse tutti gli idoli e le statue divine preislamiche, ribadendo la centralità ed unicità di Dio che, pertanto, non è possibile rappresentare in alcun modo. Eppure, «gli iconoclasti o gli aniconici utilizzano un’immagine che terrorizza per terrorizzare il mondo.
Presente nella rivista N: 
1/2018 - Anno XXX - Gennaio/Marzo
Autore: 
Karen Nuvoli

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail