Il successo di Barack passa anche per Facebook

Il successo di Barack passa anche per Facebook

Cambiare si può, noi possiamo! Uno slogan oramai celeberrimo e parafrasato in tutto il mondo che dimostra le straordinarie doti di comunicatore del suo inventore, il neo presidente eletto degli Stati Uniti Barack Obama. Il successo della sua campagna elettorale che lo ha portato alla vittoria è dipeso anche dall’uso innovativo del più moderno mezzo di aggregazione esistente: il social network Facebook. Obama sa che oggi si comunica, ci si aggrega, si socializza sul web, ma la marcia in più è stata comprendere che un sito non è una vetrina, un muro virtuale su cui appendere manifesti, e che all’alba del terzo millennio sono i social network a introdurre in tutto il mondo un tipo di comunicazione nuova, diversa, penetrante, diffusa e democratica. Gli iscritti a queste piazze virtuali possono conoscersi, scambiarsi contatti, organizzarsi velocemente e soprattutto a costo zero. Se uno di loro partecipa ad una campagna o fa una telefonata, quell’informazione comparirà immediatamente sul sito e tutti i suoi amici sanno quello che accade in un determinato momento. All’inizio il neopresidente aveva puntato su “MyBarackObama.com”, un network realizzato ad arte per la sua campagna, dove i suoi sostenitori potevano coordinarsi, raggrupparsi, pianificare ogni tipo di evento, il tutto finalizzato alla raccolta fondi.

Presente nella rivista N: 
4/2008 - Anno XX - Ottobre/Dicembre
Autore: 
Rodolfo Funaro

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail