Home

In evidenza

Il convegno di studi si inserisce all'interno delle iniziative di presentazione della ricerca promossa dall'Istituto: "Le migrazioni qualificate in Italia: ricerche, statistiche, prospettive"e pubblicata da Idos.
Statistiche e prospettive
Nell'ambito delle iniziative di presentazione della ricerca promossa dall'Istituto:"Le migrazioni qualificate in Italia: ricerche, statistiche, prospettive", il 7 ottobre p.v., a Stoccarda, l'Istituto, IDOS, le ACLI, in collaborazione con il Consolato generale italiano di Stoccarda, con il supporto dell’on.

Ricerca

Il lavoro si presenta come uno sguardo complessivo sul riordinamento degli apparati amministrativi, funzionali a colmare lo iato tra progetti e realizzazione. Gli autori dei saggi passano in rassegna le più importanti proposte di riforma dell'amministrazione italiana, dall'Unità d'Italia a oggi.

Pubblicazioni

L’inadeguatezza complessiva della classe dirigente appare sempre più come il problema del nostro Paese che, per strane coincidenze storiche, non si rivela secondo a nessuno quanto a primigenie riflessioni di scienza politica (Machiavelli) come pure a inedite soluzioni di crisi epocali (Fascismo). Il laboratorio politico Italia, infatti, se versa in un lento declino dal punto di vista delle sue élite, rimane pur tuttavia al centro dell’attenzione di studiosi delle discipline politiche perché da sempre rilevatore di alcune tendenze o derive che spesso si rigenerano successivamente in altri paesi.

Bandi

In data 10 giugno u.s., alle h.10.00, presso la sede di Piazza Navona, la Commissione giudicatrice delle due borse di ricerca bandite dall’Istituto di Studi Politici “S. Pio V” per gli Osservatori sul Mediterraneo e sulla Città Globale si è riunita per una prima valutazione dei titoli presentati dai candidati. L'esito è pubblicato nella sezione Notizie dell'home page del sito dell'Istituto.

Articoli

Dalla caduta del regime peronista nel 1955 alla prima decade del secolo XXI la storia argentina è caratterizzata da instabilità e disaccordo; contiene processi politici, economici, sociali e culturali estremamente vari e complessi, che includono esperimenti istituzionali di ogni tipo. Laboratorio della “lucha antisubversiva” e del terrorismo di Stato durante gli anni Settanta e principio degli anni Ottanta, cavia della sperimentazione neoliberista negli anni Novanta, officina del “socialismo del XXI secolo” durante la lunga decade kirchnerista, l’Argentina è da poco entrata in una nuova fase della sua storia. Per la prima volta dai tempi di Castillo2, lo scorso novembre è stato eletto democraticamente un presidente di destra non proveniente dalle fila del peronismo, il che costituisce senza dubbio un dato di per se rilevante. Tuttavia, per quanto il Pro3 presenti una matrice liberal repubblicana classica e non di estrazione peronista, le sue prime misure sembrano richiamare il modello neoliberale adottato nei primi anni dell’amministrazione Menem, tra il 1989 e il 1991. Rivediamole brevemente.

Rivista di Studi Politici

La strage di Nizza, i venti di guerra civile in Turchia, fino alle continue tensioni negli Stati Uniti, il massacro nella redazione di Charlie Hebdo, la spiaggia tunisina, l’aeroporto di Bruxelles, il Bataclan, poi gli eccidi di Baghdad e di Dacca: tanti grani di un rosario e tante spine di una corona. Oggi più che mai è il tempo dell’analisi razionale e dell’approccio scientifico sul terrore e sulla violenza politica: la condanna morale non basta, è necessario capire le variabili dei progetti di morte che si diffondono su scala mondiale, quasi come ennesimo indotto della globalizzazione delle relazioni e dei contatti tra esseri umani. La «Rivista di Studi Politici» muove la sua riflessione dalla parte idealmente opposta: il linguaggio della pace e della carità, che trova un megafono in papa Francesco. E non potrebbe essere altrimenti, per un pontefice che ha deciso da subito di “rinnovare nella continuità”, tenendo insieme le diverse sensibilità della Chiesa e volgendole verso una unità di intenti.

Notizie

Le migrazioni giovanili contemporanee: politiche, trend e nuove sfide per italiani ed europei. Focus: i giovani pugliesi nel mondo
La Tavola rotonda è organizzata dalla sezione Internazionalizzazione-Pugliesi nel mondo e la Regione Puglia. L'iniziativa si terrà a Bari il 16 settembre p.v. all'interno della Fiera del Levante, Padiglione 110, Sala Workoshop.

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail